×

Pasolini a Matera: il Vangelo secondo Matteo 50 anni dopo

“Nuove tecniche di immagine: arte, cinema, fotografia”

 

Dopo una settimana tutta dedicata alla condivisione con la comunità locale dei primi spunti di programmazione culturale che ha visto la partecipazione attiva di circa 80 soggetti fra associazioni, imprenditori, singoli cittadini, Matera 2019 si prepara ad affrontare un’altra settimana impegnativa che vedrà la candidatura protagonista prima a Roma, poi a Venezia e quindi di nuovo a Matera. Tanti, infatti, gli appuntamenti in programma organizzati sotto l’egida di Matera 2019. 
Si parte martedi’ 15 luglio, a Roma, al Palazzo delle Esposizioni, dove, alle 12, si terrà una conferenza stampa nazionale per presentare lo straordinario percorso espositivo “Pasolini a Matera. Il Vangelo secondo Matteo, cinquant’anni dopo. Nuove tecniche di immagine: arte, cinema, fotografia” che sarà inaugurato domenica, 20 luglio, alle ore 19.00, a Palazzo Lanfranchi con una sezione al Musma. La mostra, promossa dal Comune di Matera, dalla Soprintendenza ai Beni artistici e storici della Basilicata insieme al comitato Matera 2019, alla Lucana Film Commission e con il sostegno della Regione Basilicata e l’Apt, propone uno straordinario ed inedito viaggio multimediale dentro lo sguardo originale e controcorrente di PierPaolo Pasolini.
“Questa iniziativa – afferma il direttore di Matera 2019, Paolo Verri – è molto di più di una mostra. Si tratta di un prezioso ed inedito racconto sui cinquanta anni del Vangelo Secondo Matteo che il grande regista volle girare nei Sassi di Matera dando una svolta al dibattito nazionale ed internazionale sul futuro degli antichi rioni patrimonio mondiale dell’umanità. La candidatura di Matera a capitale europea della cultura è strettamente legata a quella straordinaria esperienza cinematografica e culturale”.
Giovedì 17 e Venerdì 18 luglio Matera 2019 si sposta a Venezia sempre sul filo di PierPaolo Pasolini. Nell’ambito della Biennale Danza di Venezia, infatti, 20 lucani, donne, uomini, ragazzi e ragazze, non provenienti dal mondo della danza accademica, daranno forma alle coreografie di Virgilio Sieni ispirate al “Vangelo secondo Matteo”. Sieni, coreografo di statura internazionale, vuole rendere la danza patrimonio di tutti come forma basilare dell’espressione umana. La partecipazione della Basilicata è stata promossa dall’associazione Basilicata 1799 di Potenza in collaborazione con il Comune di Matera, la Soprintendenza ai Beni storici e artistici della Basilicata e il Comitato Matera 2019.
Mentre Giovedì 17 luglio, Matera 2019 tornerà protagonista nella Capitale dove Il grande musicista Luis Bacalov, terrà un concerto sull’Isola Tiberina tutto dedicato al “Vangelo” di Pasolini. Quindi ritorno a Matera per partecipare a due importanti appuntamenti musicali: il 18 e il 19 luglio grande musica folk con il Ragnatela Folk Festival, in piazza San Giovanni; sempre il 18 e il 19 luglio, a Melfi, primi concerti jazz della rassegna Gezziamoci.
Mentre sabato, 19 luglio, nell’ambito della manifestazione appulo lucana “MurgiAmo” arriveranno in città da tutta Europa circa 150 giornalisti specializzati in enogastronomia fra cui il direttore del Food Editor del Guardian, uno dei giornali specializzati più venduti in Inghilterra. Per la circostanza, alle 16.30, nella Chiesa del Cristo Flagellato, in piazza San Giovanni, si terrà una conferenza di food blogger a cui parteciperà, fra gli altri, il responsabile dell’enogastronomia di Mons, capitale Europea della cultura per il 2015.
Domenica 20 luglio questa nuova ed entusiasmante settimana targata Matera 2019 si concluderà con il workshop “Edgesense, il comportamento delle community on line” con Alberto Cottica, nell’ambito del progetto Unmonastery, (dalle 17 alle 19) e con la manifestazione Battiti Live, in piazza Vittorio Veneto.
“Tanti eventi e tante iniziative – afferma il presidente del Comitato Matera 2019, Salvatore Adduce – che ci stanno positivamente accompagnando in questa avventura. In questa sfida di cambiamento della città, dei cittadini e dei loro sguardi sul mondo”. (Fonte:  www.sassilive.it)

Author

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*