×

La festa del Grano

Sabato 29 giugno 2013 a Matera parte  la manifestazione “Grano duro in festa” promossa dalle associazioni culturali “ALT – apulo lucana turismo e talenti” e “Le Vie del Pane”, dai custodi Salesiani dell’antico forno della città di Betlemme, dall’APT di Lavello (PZ), dalla Camera di Commercio di Matera e dall’Unioncamere Basilicata.

La manifestazione itinerante si terrà prima a Matera, sabato 29 e domenica 30 giugno, presso la Masseria del Parco in zona  La Martella,  poi a Lavello sabato 13 e domenica 14 luglio – 18esima edizione – “scene di vita contadina della mietitura e trebbiatura”, quindi si concluderà ancora a Matera, dal 19 al 22 settembre con i “percorsi perigolosi in Basilicata e nella terra di mezzo apulo lucana”  e con una mostra sui prodotti di eccellenza.

Il primo momento, che  si terrà a Matera presso la Masseria del Parco, prevede, per sabato 29 alle ore 18.00, la rappresentazione teatrale della mietitura e per domenica 30 giugno alle ore 11.00 la rappresentazione teatrale della trebbiatura. Cinquanta figuranti, tra cui falciatori di grano, braccianti, contadini e tecnici  meccanici, che metteranno in moto diversi mezzi dell’epoca tra cui un’antica trebbiatrice a vapore risalente al 1920, rappresenteranno tutti i momenti più evocativi della tradizione e della civiltà rurale dei primi anni del Novecento. Contestualmente in una parte dell’aia, un vecchio contadino, con il suo mulo, darà vita ad una sorta di trebbiatura “a vento”. Si vivrà una giornata di festa, così come avveniva soprattutto quando il raccolto era ottimo, accompagnati dalla campestre musica delle cennamelle che sotto quel cielo infuocato rendeva il lavoro dei braccianti meno pesante.

Per l’occasione, la brigata di cucina della Masseria del Parco, proporrà dei menù di cucina tradizionale che ricorderanno “la cena del mietitore”, “la colazione e il pranzo del trebbiatore”.

Queste le premesse che portano a dare vita alla prima edizione del “grano duro in festa” che ha l’ambizione di diventare la manifestazione europea più importante dedicata all’ ”oro giallo”, storica ricchezza produttiva e culturale della Lucania.

fonte: sassilive.it

Author

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*